Mostre

CHI È COSTUI?

CHI È COSTUI?

La fede è la risposta a questa domanda

Nata dal desiderio di accogliere la grazia dell’Anno della fede voluto dal Santo Padre Benedetto XVI, questa mostra guida il visitatore ad attraversare alcuni momenti della vita di Gesù e a percorrere il cammino di fede e di continua conversione che segna la vita dei primi discepoli e, allo stesso modo, di ogni cristiano. Partendo dalla domanda: “Chi è costui?” – che emerge immediatamente dal cuore di chi si imbatte con Gesù – il percorso si conclude con la piena professione di fede, che nell’apostolo Tommaso trova una delle espressioni più struggenti: “Mio Signore e mio Dio!”.

QUESTO È IL MIO CORPO, QUESTO È IL MIO SANGUE

QUESTO È IL MIO CORPO, QUESTO È IL MIO SANGUE

I miracoli eucaristici in Italia

È sorprendente porsi di fronte ai tanti miracoli eucaristici di cui è ricco il nostro Paese, attraverso i quali siamo sostenuti a riconoscere nell’Eucaristia il Corpo e il Sangue di Gesù Cristo, la Sua vera, reale, sostanziale presenza. Partendo da un’ampia sezione dedicata al miracolo eucaristico di Lanciano e agli studi scientifici a cui è stato sottoposto, la mostra propone un percorso attraverso tutti i miracoli eucaristici accaduti in Italia, offrendo al visitatore un’occasione di porsi di fronte all’immenso dono dell’Eucaristia con rinnovato stupore e commossa gratitudine.

SANTI AL LAVORO

SANTI AL LAVORO

L’operare della Grazia nel tempo, nell’umano e nella carne degli uomini

Il lavoro, nelle sue varie forme, segna la vita di ogni uomo e gli offre la preziosa possibilità di partecipare, mettendo a servizio i propri talenti, all’opera dell’Eterno Lavoratore. Questa mostra presenta alcuni tra i Santi che si distinguono per aver vissuto, in modo appassionato e fecondo, l’esperienza del lavoro. Corrispondendo all’Amore di Dio, essi hanno operato e costruito anche lì dove non c’erano che macerie, povertà ed emarginazione, lasciando risplendere l’operare della Grazia nel tempo, nell’umano e nella carne degli uomini. In un momento di grave crisi economica ed occupazionale, queste testimonianze sono un segno di sicura speranza.

LA REALTÀ SI FA “SENTIRE”

LA REALTÀ SI FA “SENTIRE”

I cinque sensi, finestre spalancate sulla realtà

I cinque sensi sono il modo attraverso il quale l’uomo può rapportarsi con la realtà che lo circonda. Per ogni essere vivente è così, ma per l’uomo ciò comporta un’esperienza unica di paragone e di giudizio. Partendo dai sensi l’uomo comincia a conoscere la realtà ed è spinto ad indagarne il senso: è così che la realtà viene colta dalla sua ragione come segno di qualcosa d’Altro; come segno di Qualcuno a cui l’uomo, fin dai suoi sensi, è sempre continuamente teso. Dopo una descrizione degli organi sensoriali e del loro funzionamento, la mostra permette di cogliere la ricchezza e l’unicità dell’esperienza che l’uomo fa della realtà, differenziandosi da ogni altro essere vivente.

LE MOSTRE SONO APERTE AL PUBBLICO TUTTI I GIORNI


dalle 9.00 alle 12.30 – dalle 15.00 alle 20.00 – dalle 21.00 alle 23.00
da LUNEDÌ 29 a MARTEDÌ 30 ALLE ORE 21.15 APPROFONDIMENTO GUIDATO